Incontri e relazioni nella scuola del bambino

S. S. Macchietti (a cura di),
FismRoma,
Roma,
2000
Sezione Documenti
Incontri e relazioni nella scuola del bambino
Indice: 
  • Prefazione di Sira Serenella Macchietti
  • Relazione tra pari,gioco e contesto di Angela Perucca
  • Creatività, apprendimento, relazione educativa di Nicola Paparella
  • "Pensare insieme" nella scuola materna di Giuseppe Serafini
  • Professionalità docente: tra collegialità e collaborazione di Sergio Angori
  • Genitori e insegnanti. Dall'indifferenza all'incontro di Bruno Rossi
  • Relazionalità, solidarietà; e formazione di Bruna Grasselli
  • La scuola materna cattolica: accoglienza, servizio e condivisione di Sira Serenella Macchietti

Il volume raccoglie i contributi offerti in occasione del XXIV Convegno di Studio della FISM di Roma, tenutosi nel settembre 1999. È parso opportuno dedicare tale convegno a riflettere sui rapporti umani e sulle relazioni che attuano nella scuola del bambino. Con ciò volendo sottolineare, ancora una volta, "il significato umanizzante ed educativo del dialogo", tema caro alla FISM di Roma, (S. S. Macchietti, Prefazione)

I contributi raccolti nel volume intendono porre l'accento e far riflettere con rinnovato impegno sulla "originalità" della scuola materna d'ispirazione cristiana e sulla pedagogia che la ispira, ponendosi la domanda di come la "centralità" dell'uomo e la volontà di promuoverlo integralmente possano essere testimoniate nell'organizzare, nell'agire didatticamente, nel favorire le relazioni e nell'attivare gli incontri, nel costruire una "comunità" attenta all'educativo.

Sono oggetto di riflessione, pertanto, le situazioni e le forme di relazione e di educazione, con l'attenzione al contesto in cui esse i realizzano. I contributi affrontano anche le sfide che provengono dalla frammentarietà della nostra cultura, dalla difficoltà che incontra oggi la famiglia e dalla multiculturalità.

I contesti, i bambini, gli insegnanti nella loro professionalità e i genitori nella loro responsabilità educativa vengono presi in considerazione, nell'attualità delle situazioni, analizzati con lo scopo di "segnalare" delle prospettive non solo educative, ma anche operative, fornendo indicazioni circa gli itinerari da percorrere per potenziare la formazione degli educatori e sollecitare il loro impegno concreto, improntato da un "amore pedagogico", come amore attivo verso gli altri e come condizione per la comprensione, l'accoglienza e l'aiuto educativo.